LaPresse: Mercati temono debito, non voto

lapresse

L’Italia non vale più del 2% del prodotto lordo mondiale” dice Francesco Confuorti, presidente di Advantage Financial, alla vigilia delle elezioni politiche di casa nostra. “Difficile pertanto – aggiunge – che i mercati possano preoccuparsi dell’esito del voto. L’unica cosa di cui potrebbero avere paura è il debito pubblico.

Certo questo non esaurisce i nostri problemi: un sistema politico scarsamente rappresentativo, unito al deficit di ‘vision’ di tutta la classe politica, e un sistema produttivo e bancario frammentato fanno il resto. L’Italia deve seguire l’esempio francese: riducendo il comparto bancario a 3 o 4 grandi banche che rappresentano il credito del Paese per avere un sistema competitivo. Il problema dell’Italia è una gestione politica non adeguata, una mancanza di visione politica. Ecco, alto debito pubblico e scarsa visione politica sono i due anelli mancanti del successo italiano. L’Italia è un Paese in cui bisogna tornare a remare insieme per abbassare il debito e il tasso di retorica, ritrovando l’unità nell’interesse degli italiani, della sua economia, dei giovani, delle piccole imprese che rappresentano un grande patrimonio.

A questo bisognerebbe aggiungere la sostenibilità. A tal proposito, Advantage Financial, con il marchio GreenMango, si sta focalizzando proprio sulla sostenibilità, perché aiuta a riscoprire dei valori che abbinati al Made in Italy potrebbero fare tanto per il Paese